Missione a Kimbondo della Dott.ssa Cinzia Barbieri con il tecnico Roberto Romboli

Direttamente dall’aeroporto, una cronaca davvero scritta a caldo. La prima impressione, appena terminata la missione, è assolutamente positiva; noi che abbiamo avuto la fortuna di partire per primi per il progetto di Giorgia2009Onlus, possiamo notare veramente dei miglioramenti importanti. E’ sorprendente  arrivare alla dentisterie e trovare tutto già organizzato ed operativo; esattamente il contrario di quello che era all’inizio. Adesso la percezione è quella di entrare in un vero e proprio studio dentistico,  dove trovi chi dà le consegne e ragguaglia sulla situazione, mentre prima  ogni equipaggio  ricominciava da capo senza continuità con l’equipe precedente.

Una bella sorpresa è il cambiamento avvenuto nel Dott. Aimè, nel suo approccio  al lavoro e nella qualità del suo operato; adesso lavoriamo con la sua attiva collaborazione,  mentre prima eravamo praticamente soli nel portare avanti tutto il lavoro. Sono evidenti i suoi miglioramenti  innanzitutto nel suo modo di lavorare  e nella sua manualità, ma  anche per quanto riguarda la gestione dello studio e dei pazienti; si propone e si interessa  molto di più rispetto a qualche anno fa.  Doveroso anche dire due cose di Raissa; noi non l’avevamo mai conosciuta e possiamo dire senz’altro che ci ha colpito positivamente. A questo punto, alla luce dei risultati raggiunti, possiamo senz’altro dire che Raissa e’ una figura fondamentale nello studio, affianca validamente il Dott. Aimè ed e’ un grande riferimento anche per le nostre equipes. Conosce i materiali, i procedimenti e sa quali sono i suoi compiti, anche nei momenti di pausa trova qualcosa da fare ed e’ molto attenta a relazionarsi con i pazienti, sia i bimbi della pediatria, sia quelli esterni. Possiamo tranquillamente affermare che adesso sono loro che ci vengono in aiuto nella gestione dello studio in tutti gli aspetti e questo è indubbiamente un risultato importante. Ulteriore motivo di soddisfazione è stato notare che ora i bambini si rivolgono al dentista, quando hanno bisogno, senza dover essere accompagnati e questo è un segnale di come comincino a comprendere l’importanza delle cure e come siano consapevoli che esiste un servizio che opera con continuità. Anche noi quindi, come chi ci ha preceduto, non possiamo che esprimere una certa soddisfazione per i risultati che il nostro lavoro ha prodotto.